Cosa accade se invece ho effettuato un pagamento di importo superiore?

Tutte le somme versate in più da un’azienda in regola con i pagamenti, potranno essere stornate all’azienda pagante che dovrà fornire agli uffici il codice Iban.
Da luglio 2019 gli importi versati erroneamente con F24, di importo superiore a 1.000 euro, possono essere ristornati solo se autorizzati dall’Inps. Pertanto i tempi fra la richiesta dell’azienda e l’accreditamento sul conto della somma versata erroneamente, potranno essere più lunghi e comunque subordinati al nulla osta dell’Istituto di previdenza.
Ai sensi della circolare n. 4 del 9 novembre 2012, laddove sussistano versamenti con differenze economiche in eccesso in favore di un’azienda (crediti), si procederà alla compensazione con eventuali differenze economiche in difetto derivanti da inesattezza dei contributi versati o da periodi contributivi insoluti (debiti). Ricordiamo di controllare sempre che non vi siano discrepanze fra l’importo risultante dal caricamento del file xml, con quello risultante dal programma per la compilazione dell’F24.