Chi può iscriversi al versamento volontario?

Possono proseguire la contribuzione a Fondo Est i lavoratori:

  • cessati o sospesi dal lavoro, che percepiscono prestazioni a sostegno del reddito (Naspi; Cassa integrazione; Fis, ecc.)
  • in aspettativa non retribuita, dove non sussiste l’obbligo di contribuzione da parte dell’azienda (ad eccezione della maternità obbligatoria e anticipata);
  • sospesi dal lavoro per interruzioni programmate annualmente, all’interno di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato;
  • i tempi determinati, la cui iscrizione a Fondo Est è prevista dai contratti collettivi nazionali di lavoro, per il periodo superiori a tre mesi del settore Pubblici esercizi e del settore Agenzie di viaggio e per i tempi determinati superiori a cinque mesi del settore delle Aziende ortofrutticole e agrumarie

Con il versamento volontario, i lavoratori che siano già stati iscritti a Fondo Est avranno la facoltà di proseguire volontariamente la contribuzione, a copertura di eventuali periodi nei quali vi è una sospensione del rapporto di lavoro con relativa cessazione del versamento delle quote contributive da parte dell’azienda o qualora abbiano involontariamente perso il posto di lavoro e percepiscano la nuova prestazione di assicurazione sociale per l’impiego (Naspi).